20110513045020_svizzera

Economia Ticino settori di punta

L’Economia in Ticino e i settori di punta : andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2014

L’economia svizzera si basa su una produzione di qualità ed una manodopera altamente qualificata. Le aree economiche più importanti comprendono la microtecnologia, l’hi-tech, la biotecnologia, la farmaceutica, le banche e le assicurazioni. Il settore dei servizi conta il maggior numero di occupati.

La gran parte dei lavoratori svizzeri opera in piccole e medie aziende che rivestono un ruolo fondamentale nell’economia svizzera.

In Svizzera ci si preoccupa molto di limitare per quanto possibile l’impatto delle attività economiche sull’ambiente. Le politiche svizzere in campo energetico e dei trasporti sono mirate verso la salvaguardia dell’ambiente.

L’analisi statistica che trovate in allegato darà la possibilità alle persone che vogliono investire in Svizzera di farsi un’idea sul mercato e sui settori che meglio risponderanno alla crisi.

Non si interrompe il lento miglioramento dell’economia ticinese, ma inizia a impensierire il tenore di crescita che si rivela sempre meno energico. A frenare l’andamento congiunturale del cantone è,
ancora una volta, il rallentamento economico estero, in particolare di Germania e Italia.

In Svizzera gli indicatori globali continuano ad essere positivi, sebbene la domanda interna inizi ad affievolirsi e la domanda esterna non sia ancora sufficientemente forte per dare uno slancio più deciso alla crescita.

In Ticino sono i comparti dell’edilizia e del bancario ad offrire i maggiori segnali positivi, nonostante
anche loro lamentino alcune difficoltà settoriali. Sul fronte interno, i consumi privati appaiono ancora sottotono, situazione che si riflette nelle difficoltà del commercio al dettaglio; mentre sul fronte
esterno, l’industria avverte una crescita di produzione e di ordinativi, anche se questi sono giudicati tuttora lontani dal livello ottimale. Ancora meno positivo il quadro del comparto turistico; in questo caso la stagione è stata pregiudicata anche da fattori meteorologici.
In chiaroscuro i dati del mercato del lavoro, dove aumentano gli impieghi e le persone occupate, ma crescono pure le persone disoccupate (a fronte di una diminuzione degli iscritti agli URC, persiste l’incremento dei non iscritti).

Di seguito troverete un link che conduce al documento statistico che raccoglie i dati dei seguenti settori:

- Consumi
– Importazioni ed esportazioni di merci
– Industria manifatturiera
– Costruzioni
– Turismo
– Banche
– Prodotto interno lordo
– Impiego e occupazione
– Disoccupazione, lavoro ridotto
e posti liberi

Previsioni a breve per l’economia ticinese
– Rami economici
– Prodotto interno lordo
– Impiego
Informazioni (FAQ)

 

Analisi statistica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>